Diritti dei consumatori

Aldersoft Web Design Genova | creazione siti internet | SEO Genova | promozione sui motori di ricerca Diritti dei consumatori

Diritti dei consumatori

L’Unione Europea, da anni è attenta alla tutela dei consumatori e opera nell’ottica di una semplificazione delle regole e della loro uniformità: in questa prospettiva nasce la nuova direttiva sui diritti dei consumatori nell'e-Commerce e nelle vendite a distanza, operativa in italia dal 14 Giugno 2014.

Ne evidenziamo alcuni punti centrali:

ecommerce

DIRETTIVA 2011/83/UE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO DEL 25 OTTOBRE 2011 SUI DIRITTI DEI CONSUMATORI

recante modifica della direttiva 93/13/CEE del Consiglio e della direttiva 1999/44/CE del Parlamento europeo e del Consiglio e che abroga la direttiva 85/577/CEE del Consiglio e la direttiva 97/7/CE del Parlamento europeo e del Consiglio.

Normativa diritti dei consumatori

  • Trasparenza del prezzo si cerca di eliminare il rischio di spese non “visibili” o non chiaramente comprensibili senza una esplicitato consenso da parte del consumatore.
    Viene ribadito il concetto di “costo totale” del servizio e/o prodotto con evidente divieto e eliminazione delle “caselle preselezionate” capaci di far lievitare il prezzo di partenza con l'aggiunta di servizi inclusi non richiesti ma non eliminabili.
     
  • Diritto di recesso: passa dagli originari 10 giorni agli attuali 14 giorni per poterci ripensare. Tale diritto decorre dal momento nel quale l'utente ha ricevuto il prodotto e si applica ai contratti a distanza, on line o via telefono, e a quelli sottoscritti al di fuori di locali commerciali. Inoltre, nel caso di omessa preventiva informazione del diritto al ripensamento, il recesso si estende dagli attuali 60/90 giorni, dalla conclusione del contratto o dalla consegna della merce, fino a 12 mesi.
     
  • Tempi certi per la consegna: trenta giorni tassativi salvo diverso accordo tra le parti. Nel caso di superamento dei suddetti o diversamente concordati e concessi dal cliente, questo è legittimato a risolvere il contratto e a pretendere il risarcimento del danno.
 

 

Vi segnaliamo alcuni siti che forniscono documentazione al riguardo, ma data la complessità della materia vi invitiamo a chiedere assistenza specifica ad un vostro consulente (commercialista / fiscalista):

 

Documentazione   Siti
Direttiva 2011/83/UE
Gazzetta Ufficiale dell´Unione Europea
  www.pmi.it
Modifiche al Codice del Consumo   www.fiscoetasse.com
Consumers at home in the single market 7th edition
May 2012