La Gestione del SEO con easyTOP
Sviluppo Siti Internet Professionali a Genova | Realizzazione Siti Web Ecommerce Milano

La Gestione del SEO con easyTOP

Come posizionare un sito sui motori di ricerca

easyTOP - la metodologia Aldersoft per la gestione del SEO Organico

 

Cos’è il SEO Organico ?

 

Concetti base: SEO e SERP

Per SEO (search engine optimization) si intendono tutte le strategie utili a far risultare un sito ai primi posti nelle SERP di un motore di ricerca.

Le SERP (search engine result page) sono le pagine dei risultati che un motore di ricerca mostra a chi effettua una ricerca.

Le strategie SEO possono essere di diverso tipo.

Il successo dei siti professionali Aldersoft è fondato sull’uso sistematico e ragionato del SEO Organico.

Il SEO Organico è prevalentemente basato sui contenuti testuali presenti nel sito:

  • nella parte visibile al pubblico (cioè i contenuti testuali delle varie pagine web del sito).
  • nel codice HTML che viene interpretato dai motori di ricerca.

Nel codice HTML del vostro sito (in ogni pagina) sono presenti diversi “marcatori” (metatag) che assumono grande rilevanza nel SEO Organico.

 

easyTOP

La differenza tra i siti Aldersoft e gli altri !

Aldersoft ha ideato e sviluppato, da oltre dieci anni, sulla base di una serie di analisi originali, uno strumento innovativo ed esclusivo: easyTOP

easyTOP (dove TOP è l’acronimo di Tecnologia Orientata al Posizionamento) consente la gestione, all’interno dei siti Aldersoft, del SEO Organico che deve essere presente nel vostro sito.

 

Quali motori di ricerca prendiamo in esame ?

I principali motori di ricerca attualmente sono: Google e Baidu

In considerazione del fatto che il principale motore di ricerca utilizzato nel mondo occidentale è Google, in questa serie di suggerimenti faremo sempre riferimento a questo motore di ricerca.

In minima parte esamineremo anche Baidu.com, il motore di ricerca  cinese.

 

Cosa sono i criteri SEO ?

Una singola parola è un valido criterio SEO ?

No, una singola parola come ad esempio “auto” è un termine troppo generico per essere considerato un criterio SEO, mentre frasi composte da almeno due o tre parole tipo “auto usate” oppure “auto fuoristrada a roma” oppure “auto bmw a milano”  si possono considerare dei criteri SEO.

In pratica, per essere considerato valido, in un criterio SEO devono essere presenti almeno due o tre lemmi (sostantivi, aggettivi, verbi) ed eventuali congiunzioni o preposizioni.


Denominazione dei Criteri SEO in easyTOP
 

Criteri SEO primari

class=img-responsive

In easyTOP i criteri SEO primari sono contrassegnati da un bollino ROSSO e possono contenere un massimo di 100 caratteri, spazi compresi.

Sono definiti primari non perché siano più importanti degli altri criteri SEO del sito, ma poiché solitamente vengono “acquisiti” da Google in un tempo inferiore agli altri criteri SEO, consentendo in un tempo relativamente breve di ottenere posizionamenti entro le prime 3/5 pagine delle SERP di Google.

Ovviamente non esiste una metodologia analitica per stabilire in quanto tempo il vostro sito, scrupolosamente popolato di criteri SEO, potrà ottenere un buon posizionamento.

Tutto quanto descritto in questa esposizione si basa esclusivamente su empirismi (cioè su sperimentazioni che i nostri clienti eseguono nel tempo, variando i criteri SEO inseriti sino a raggiungere il risulatato desiderato).

Vi precisiamo che, non svolgendo la metodologia descritta alcuna azione onerosa (e diretta) nei confronto dei motori di ricerca considerati, non è in alcun modo possibile prevedere (né tantomeno garantire):

  1. quando e se il vostro sito sarà presente nelle SERP dei motori di ricerca.
  2. in quale posizione (più o meno preminente) verrà visualizzato sui motori di ricerca.

In linea di massima, se il vostro sito ha (quantomeno a livello italiano) un numero di competitors non elevato è auspicabile che entro 4/6 settimane (dalla data di inserimento dei criteri SEO in easyTOP) il vostro sito risulti entro le prime 3 pagine delle SERP di Google.

Se il vostro sito ha invece un numero di competitors molto elevato, quali i siti di agenzie immobiliari, vendita di libri online, auto e moto, ecc. i tempi per ottenere un buon posizionamento saranno ovviamente superiori, anche 12 mesi o più.

In ogni caso occorre sempre tenere presente che solo Google può decidere se, quando e  in che posizione nelle SERP verrà mostrato il vostro sito.

 

Criteri SEO secondari

class=img-responsive

In easyTOP sono contrassegnati da un bollino GIALLO e possono contenere un massimo di 250 caratteri, spazi compresi.

L’efficacia dei criteri SEO secondari si può palesare, indicativamente, dopo 4/8 mesi.

 

 

Criteri SEO di contenuto

class=img-responsive

In easyTOP sono contrassegnati da un bollino VERDE. Non vi sono limiti nel testo da inserire, poichè questi i criteri SEO sono presenti all'interno del contenuto testuale che i vostri utenti leggono "in chiaro", cioè la parte visibile di ogni pagina web.

La buona prassi consiste nell'inserire opportunamente, all'interno del testo che mostrerete ai vostri utenti, delle frasi (correttamente formate nella sintassi e gradevoli da leggere) che comunque contengano dei criteri SEO.

A titolo di esempio, ecco una frase "di contenuto" che esprime correttamente un concetto ma è del tutto priva di criteri SEO:

  • La nostra azienda, presente sul mercato nazionale ed internazionale da oltre venti anni, offre alla sua clientela prodotti di elevata qualità, dal design impeccabile e dal giusto rapporto qualità/prezzo

Se, per ipotesi, la nostra azienda fosse un mobilificio ed esprimesse gli stessi contenuti come di seguito, avremmo numerosi criteri SEO anche nel contenuto mostrato agli utenti:

  • Il Mobilificio Pinco Pallino, presente a Genova e Provincia da oltre venti anni, offre è lieto di presentare la sua vasta collezione di mobili artigianali:
    • Divani in pelle classici a moderni.
    • Cucine componibili, anche realizzate su misura.
    • Tavoli, sedie, lampade e soluzioni di illuminazione, tendaggi, oggettistica, tappeti e biancheria per la casa.
    • Arredo bagno, piastrelle e sanitari.
  • I nostri mobili, che riscuotono tanto successo in Italia e in tutta Europa, grazie al nostro reparto arredamenti personalizzati, costituiscono la soluzione ideale per arredare con gusto e design qualsiasi tipo di abitazione.
  • Arredamenti classici, country o moderni, da noi troverete qualsiaso tipo di mobile, consegna e montaggio gratuito in Liguria, Piemonte e Lombardia.

L’efficacia dei criteri SEO di contenuto si può palesare, indicativamente, dopo 12/18 mesi.

 

 


La Keywords density

Si definisce Keywords density l’adeguata presenza, nei testi mostrati al pubblico, di criteri SEO utili al posizionamento del sito. Ovviamente, siccome i testi dovranno essere redatti in maniera sintatticamente corretta, occorrerà una adeguata capacità espositiva per riuscire ad inserire, all’interno di paragrafi di agevole lettura, il maggior numero possibile di criteri SEO.

 

Quali criteri SEO inserire in easyTOP  ?

Impariamo  a prendere suggerimenti da Google.

Per ottenere buoni posizionamenti su Google dobbiamo analizzare quali criteri SEO Google “preferisce”.

Per prima cosa dovete accedere a Google.it

Attenzione, per essere certi di essere su google.it ( e non su altri motori di ricerca) l’URL presente nella barra degli indirizzi del vostro browser deve essere https://www.google.it

 

 

Pensate come i vostri utenti

Dobbiamo immedesimarci nel vostro ipotetico cliente.

Dovete dimenticarvi di essere il venditore o il produttore di un certo bene o servizio, ma dovete piuttosto cercare di pensare cosa potrebbe cercare su Google un vostro ipotetico cliente.

 

L’importanza della localizzazione geografica

La stessa ricerca, effettuata in diverse località, genera risultati parzialmente diversi

Utilizzando Google noi forniamo a questo motore di ricerca la localizzazione geografica di dove è installato il computer. Per essere più precisi Google rileva automaticamente da dove proviene la connessione internet utilizzata.

Pertanto, quando Google ci fornisce una SERP i risultati di tale SERP sono influenzati dalla località geografica impostata.

Per verificarlo visivamente è sufficiente effettuare delle ricerche estremamente generiche quali: “mobilificio” oppure “agenzia immobiliare” oppure “albergo”.

Vedrete, nella SERP, sulla destra dei primi risultati, una piccola mappa centrata su una determinata località.

Per comprendere quale località Google ha impostato sul vostro computer procedete nel seguente modo:

Andate su Google.it ed effettuate una qualsiasi ricerca. Nella SERP risultante vedrete, in alto a sinistra (prima del primo risultato) la seguente riga di menù testuali:

 

Web     Immagini     Shopping     Notizie     Video     Altro      Strumenti di ricerca

 

Cliccate su Strumenti di ricerca,  comparirà una seconda riga di menù testuali

 

Qualsiasi Paese     Qualsiasi lingua     Qualsiasi data     Tutti i risultati     Milano  (ad esempio)

 

Cliccate sulla freccina nera posta a destra di Milano, si aprirà una casella a discesa con indicata per prima la località automaticamente individuata da Google e al di sotto di questa località vi è la voce “rilevamento automatico” (o una delle ultime località da voi impostate) e sotto ancora vedrete una casella che potrete compilare, scrivendovi un'altra località geografica. Premendo “Imposta” potremo simulare le ricerche di un utente di Google residente in quella località.

Pertanto se imposteremo Roma o Torino, faremo delle ricerche (ed otterremo delle SERP) così come le vedrà un utente di Google residente a Roma o a Torino.

Questo aspetto è particolarmente importante poiché, in funzione della diffusione geografica che interessa il vostro sito, in fase di verifica dell’efficacia dei criteri SEO che inserirete sarà indispensabile effettuare delle ricerche simulando tutte le zone geografiche di vostro interesse.

 

 

Alcuni esempi concreti

 

Esempio 1 – il vostro sito è un’agenzia immobiliare

Impostate Google su Genova (come indicato a pagina 4)

Nella casella di ricerca di google.it iniziate a  scrivere, senza completare la frase:

appartamento in vendita ge

osservate che, mentre digitate, Google vi presenta dei “suggerimenti”:

appartamento in vendita genova

appartamento in vendita genova via casaregis

appartamento in vendita genova sturla

appartamento in vendita genova albaro

 

Ciò che Google ci sta “suggerendo” ci fornisce contemporaneamente due importanti informazioni:

chi effettua ricerche su Google cerca prevalentemente le “frasi suggerite”.
i “suggerimenti” sono al tempo stesso dei link, che gli utenti cliccheranno proprio perché proposti da Google.

 

Ne consegue che tali criteri devono essere tassativamente presenti nei criteri SEO del vostro sito, scritti esattamente così come Google li ha “suggeriti”.

 

Siccome i criteri SEO che possiamo inserire in ciascuna pagina del sito hanno un numero limitato di caratteri come indicato in precedenza (poiché Google non ne acquisisce in numero superiore) dobbiamo ricordarci di:

non ripetere più volte la stessa parola.
scrivere le parole nello stesso identico ordine suggerito da Google.

 

perciò scriveremo in maniera corretta, tutto in minuscolo (o al limite con la maiuscola nelle parole che lo richiedono), separando le parole da spazi, senza virgole:

 

appartamento in vendita genova via casaregis sturla albaro

oppure

appartamento in vendita Genova via Casaregis Sturla Albaro

 

È sbagliato scrivere ripetendo più volte le stesse parole:

appartamento in vendita genova appartamento in vendita genova via casaregis appartamento in vendita genova sturla appartamento in vendita genova albaro    (151 caratteri, troppi per i criteri SEO primari)

 

È sbagliato scrivere le parole in un ordine diverso da quello indicato da Google:

albaro vendita sturla genova in appartamento casaregis via

 

Cliccando sul tasto conta presente nel modulo easyTOP potremo verificare quanti caratteri possiamo ancora inserire in quel dato campo.

 

Per verificare se Google ci può fornire altre indicazioni a questo punto clicchiamo su uno qualsiasi dei criteri suggeriti da Google, ad esempio su “appartamento in vendita genova”.

Non appena Google ci avrà fornito la SERP occorre scendere in basso nella SERP.

Spesso, ma non sempre, Google aiuta i suoi utenti alla voce “Ricerche correlate a appartamento in vendita genova”.

I suggerimenti che vedete possono essere in numero variabile, in questo caso abbiamo:

appartamento in vendita genova nervi

appartamento in vendita genova pra

appartamento in vendita genova foce

appartamento in vendita genova pegli

appartamento in vendita genova castelletto

appartamento in vendita genova centro storico

appartamento in vendita genova sturla

annunci case in vendita

 

Se ritenete che taluni di questi suggerimenti possano risultare utili al vostro sito, anche questi suggerimenti dovranno essere inseriti in easyTOP così come li vediamo (senza eccezione alcuna)

 

appartamento in vendita genova via casaregis sturla albaro nervi pra foce pegli castelletto centro      (98 caratteri)

oppure:

appartamento in vendita genova via casaregis sturla albaro centro storico annunci case in vendita     (97 caratteri)

 

Se non abbiamo potuto inserire tutti i suggerimenti di Google (a causa del limite dei 100 caratteri dei criteri SEO primari) dovremo inserirli in una nuova pagina web (in ogni pagina web dei siti professionali Aldersoft è presente il campo easyTOP dei Criteri SEO primari).

Ne consegue che è importantissimo realizzare nel vostro sito il maggior numero di pagine web possibili, proprio allo scopo di inserire molteplici e diversi criteri SEO.

 

Per ottenere altri suggerimenti clicchiamo, ad esempio su “annunci case in vendita”

Ottenuta la nuova SERP scendiamo nuovamente in basso nella SERP.

Nuovamente potremo verificare se esistono “Ricerche correlate a annunci case in vendita” che contengono criteri SEO utili al nostro sito.

Continuando così a cliccare sui vari suggerimenti, in maniera sistematica, potremo facilmente verificare se esistono (e vedrete quanti ne esistono !) altri ipotetici criteri SEO ai quali voi non avevate minimamente pensato !

 

 

 

 

 

 

Esempio 2 – il vostro sito vende pannelli foltovoltaici online

Impostate Google su Milano (come indicato a pagina 4)

Nella casella di ricerca di google.it iniziate a  scrivere, senza completare la frase:

pannello sola

osservate che, mentre digitate, Google vi presenta dei “suggerimenti”:

pannello solare

pannello solare termico

pannello solare flessibile

pannello solare termico prezzo

 

occorre ricordare sempre che:

chi effettua ricerche su Google cerca prevalentemente le “frasi suggerite”.
i “suggerimenti” sono al tempo stesso dei link, che gli utenti cliccheranno proprio perché proposti da Google.

 

Questi “suggerimenti” devono essere tassativamente presenti nei criteri SEO del vostro sito, scritti esattamente così come Google li ha “suggeriti”.

 

In funzione del numero di caratteri contingentato a nostra disposizione (come visto in precedenza), ricordiamo sempre di:

non ripetere più volte la stessa parola.
scrivere le parole nello stesso identico ordine suggerito da Google.

 

perciò scriveremo in maniera corretta, tutto in minuscolo (o al limite con la maiuscola nelle parole che lo richiedono), separando le parole da spazi, senza virgole:

 

pannello solare termico flessibile prezzo

oppure

prezzo pannello solare termico flessibile

 

È sbagliato scrivere ripetendo più volte le stesse parole:

pannello solare pannello solare termico pannello solare flessibile pannello solare termico prezzo

 

È sbagliato scrivere le parole in un ordine diverso da quello indicato da Google:

solare prezzo flessibile termico pannello

 

Cliccando sul tasto conta presente nel modulo easyTOP potremo verificare quanti caratteri possiamo ancora inserire in quel dato campo.

Per verificare se Google ci può fornire altre indicazioni a questo punto clicchiamo su uno qualsiasi dei criteri suggeriti da Google, ad esempio su “pannello solare”

Non appena Google ci avrà fornito la SERP occorre scendere in basso nella SERP.

Qui potremo trovare voce “Ricerche correlate a pannello solare”.

I suggerimenti proposti in questo caso sono:

pannello solare camper

pannello solare costo

pannello solare fotovoltaico

pannello solare ebay

pannello solare portatile

autocostruzione pannello solare

energia solare

pannello solare prezzo

 

Se alcuni di questi suggerimenti possono essere utili al vostro sito, dovranno essere inseriti in easyTOP così come li vediamo (senza eccezione alcuna):

 

prezzo pannello solare termico fotovoltaico flessibile portatile camper ( 72 caratteri )

 

In funzione di quanto detto a pagina 4 (l’importanza della localizzazione geografica) riveste particolare importanza l’inserimento, nei criteri SEO, di alcune localizzazioni geografiche per i seguenti motivi:

l’utente potrebbe effettuare una ricerca indicando esplicitamente una località, ad esempio : pannello solare a milano
la ricerca potrebbe essere: pannello solare flessibile, con la localizzazione automatica (intrinseca) di Google impostata ad esempio su Torino (poiché l’utente è a Torino).
potrebbero esistere (in Italia come altrove) dei distretti industriali o poli commerciali particolarmente noti al pubblico (ad esempio Valenza Po, Arezzo e Vicenza per l’oro e la gioielleria; Bergamo, Brescia e Piacenza per i bottoni e gli accessori per l’abbigliamento; la Val Fontanabuona per la produzione di mappamondi; il Monferrato, la Franciacorta o il Chianti per i vini, ecc.)
Pertanto, ipotizzando che un utente effettui una ricerca inserendo (esplicitamente o implicitamente) una di queste località, ne consegue che dovremo inserirle tutte (o quanto il maggior numero possibile) nei nostri criteri SEO.

 

pertanto aggiungeremo anche alcune localizzazioni geografiche:

 

prezzo pannello solare termico fotovoltaico flessibile portatile camper genova milano torino roma ( 97 caratteri )

 

Sempre allo scopo di ottenere da Google altri suggerimenti clicchiamo, ad esempio su “pannello solare fotovoltaico”. Nella nuova SERP scendiamo nuovamente in basso e verifichiamo se esistono “Ricerche correlate a pannello solare fotovoltaico” che contengono criteri SEO utili al nostro sito.

Sperimentando di volta in volta quali ulteriori criteri vengono suggeriti potremo scoprire altre frasi, modi di dire, persino voci dialettali o errate, ma che in ogni caso saranno per noi degli importantissimi criteri SEO da inserire in easyTOP.

 

 

 

 

 

 

Gestione del SEO Organico in 5 mosse

 

Individuazione del target da raggiungere

identificate con precisione i servizi / prodotti che volete promuovere tramite il sito
immedesimatevi (cioè provate a pensare ) come i vostri ipotetici clienti / utenti

 

Analisi dei criteri SEO necessari (tramite Google)

effettuate ricerche (parziali) su google.it per conoscere quali criteri SEO Google giudica più attinenti
tenete conto delle variazioni che Google suggerisce
tenete conto delle “ricerche correlate”
ricordatevi di variare l’impostazione geografica di Google, per simulare ricerce provenienti da altre località.

 

Data entry dei criteri SEO

inserite i criteri SEO nel sito, nei punti segnalati da easyTOP (rosso, giallo, verde)
se il vostro sito ha molte pagine (cioè molti criteri SEO) provate, in qualche pagina, a inserire “meno criteri” ma più pertinenti, ad esempio una sola frase, in modo da non diluire i criteri stessi tra molte parole.
nel vostro sito esistono delle photo-gallery inserite i criteri SEO anche nelle didascalie delle immagini.

 

Analisi e verifica tramite le statistiche dei criteri SEO

dopo almeno 45/60 giorni dall’inserimento dei criteri SEO esaminate, nelle statistiche del sito (alla voce Frasi Cercate, non esaminate mai la voce Parole Cercate, non serve) quali sono stati i criteri effettivamente usati dagli utenti del sito.

 

Eventuale data entry correttivo

se necessario correggete i criteri SEO presenti nel sito, sulla base dell’analisi eseguita al punto 4

 

 

 

 
Info
Stampa