Contributi a fondo perduto Confidi | Sviluppo Siti Internet Professionali a Genova | Realizzazione Siti Web Ecommerce Milano | Aldersoft Web Design

Contributi a fondo perduto Confidi

Genova, 15 Febbraio 2024

Fino a 30 mila euro a fondo perduto a copertura del 50% degli investimenti effettuati per ampliare ed ammodernare l’azienda o per rendersi più performanti nell’efficientamento energetico e nello sviluppo sostenibile, con la restante parte a finanziamento agevolato e garantito dai Confidi convenzionati.
Queste alcune delle opportunità annunciate dall’assessore regionale allo Sviluppo economico Alessio Piana in favore delle imprese liguri giovani, femminili, neo costituite, storiche, di qualità o dell’entroterra previste da ’Garanzia Artigianato Liguria’ e ’Cassa Commercio Liguria’.
I due strumenti di accesso al credito agevolato, a valere sul PR FESR 2021-2027 e in apertura a marzo, sono stati presentati agli imprenditori dal Dipartimento dello Sviluppo economico di Regione Liguria, in collaborazione con il Sistema camerale e le associazioni di categoria dell’artigianato e del commercio, al Palazzo della Borsa di Genova.
Il fondo opera attraverso quattro forme di agevolazione combinate: la riassicurazione, l’abbuono di commissioni di garanzia, il contributo per la riduzione dei costi d’interesse e il contributo a fondo perduto.
Possono far richiesta di contributo a fondo perduto:

  • le imprese dell’entroterra ligure
  • le imprese in possesso di marchi di qualità
    • Artigiani in Liguria
    • Botteghe storiche
    • Liguria Gourmet
    • Genova Gourmet Bartender
    • Genova Gourmet Caffetteria
    • e/o marchi riconosciuti dalle Camere di Commercio liguri o promossi da Regione Liguria
  • le imprese che hanno maturato almeno vent’anni di attività
  • le aziende avviate da non oltre un anno rispetto alla data di presentazione della domanda
  • le imprese femminili
  • le imprese under 35.

SPESE AMMISSIBILI - art.7 punto "f"
all’acquisto (cessione delle proprietà o dell’uso) di software, diritti di brevetto, licenze (es.licenze d’uso per piattaforme digitali, digital market, condivisione di documenti ecc.) e know-how e servizi, finalizzati a migliorare l’efficienza dell’impresa e l’organizzazione del lavoro e all’introduzione e implementazione di innovazioni del sistema distributivo attraverso l’adozione di soluzioni tecnologiche e/o sistemi digitali (ad es.: soluzioni di digital/web marketing, siti internet, “e-business” e “e-commerce”, punto vendita digitale, ecc.);

“Le premialità introdotte nell’erogazione di contributi a fondo perduto per le imprese che hanno marchi di qualità, quelle a conduzione giovanile e femminile - commenta il presidente della Camera di Commercio Luigi Attanasio - vogliono essere un segnale di incoraggiamento per gli imprenditori che si impegnano nel promuovere l’eccellenza delle nostre produzioni o nell’intraprendere nuove strade”.

La presentazione delle domande, attraverso i Confidi convenzionati, in collaborazione con le associazioni di categoria sarà aperta sui portali dedicati ( garanziaartigianatoliguria.it e cassacommercioliguria.it) del soggetto gestore, Artigiancassa, a partire dal 1° marzo 2024.

SCADENZA
La presentazione delle domande, attraverso i Confidi convenzionati, in collaborazione con le associazioni di categoria rimarrà aperta sui portali dedicati (garanziaartigianatoliguria.it e cassacommercioliguria.it) del soggetto gestore, Banca AgevolArti, fino al 31 dicembre 2026.

 

sito GARANZIAARTIGIANATOLIGURIA.IT BANDO ARTIGIANATO

sito CASSACOMMERCIOOLIGURIA.IT BANDO COMMERCIO

AGGIORNAMENTI SUI BANDI

Sabato, 06 Luglio 2024

Genova.
A quattro mesi dall’apertura, sono 451 le domande che hanno ricevuto il via libera alle agevolazioni previste da "Garanzia Artigianato Liguria" e "Cassa Commercio Liguria", i pacchetti di strumenti (da 19,5 milioni di euro l’uno, 39 milioni totali) attivati da Regione Liguria a sostegno delle esigenze di liquidità delle micro, piccole e medie imprese dell’artigianato e del commercio. È quanto emerge dal report quadrimestrale di Banca AgevolArti, soggetto gestore delle due misure, a valere sulle risorse del PR Fesr 2021-2027, che consentono alle imprese giovani, femminili, neo costituite, storiche, dell’entroterra o di qualità dei due settori di accedere anche a contributi a fondo perduto al 50% degli investimenti effettuati. Le due "casse" combinano quattro forme di agevolazione: la riassicurazione, l’abbuono di commissioni di garanzia, il contributo per la riduzione dei costi d’interesse e, per l’appunto, il contributo a fondo perduto.

"Un’ottima risposta, a pochi mesi dall’apertura del 1° marzo, che testimonia quanto fossero attese dalle imprese le due misure - esordisce l’assessore allo Sviluppo economico Alessio Piana - Parliamo di 8,7 milioni di contributo pubblico in favore di 248 imprese artigiane, a fronte di un finanziamento complessivo che si aggira attorno ai 12 milioni. E, per quanto riguarda il commercio, 8 milioni regionali ad accompagnare gli investimenti di 203 attività, con finanziamenti superiori agli 11,5 milioni. Numeri importanti che consolidano l’efficacia di due strumenti, Garanzia Artigianato e Cassa Commercio, sempre più apprezzati e imitati sul palcoscenico nazionale - aggiunge l’assessore Alessio Piana - L’intenzione di Regione Liguria è quella di continuare a sostenere la liquidità delle imprese di questi due settori, che rappresentano numericamente più dell’80% del totale, prevedendo, nel caso lo si ritenesse necessario in futuro, un rifinanziamento delle due misure".

La presentazione delle domande, attraverso i Confidi convenzionati, in collaborazione con le associazioni di categoria rimarrà aperta sui portali dedicati (garanziaartigianatoliguria.it e cassacommercioliguria.it) del soggetto gestore, Banca AgevolArti, fino al 31 dicembre 2026.